FAQ - Domande frequenti

Quali sono le condizioni per partire come cooperante COMUNDO?

  • avere un'età compresa tra i 25 e i 60 anni
  • avere concluso una formazione professionale e avere un minimo di due anni di esperienza
  • padronanza della lingua del paese ospitante (spagnolo o inglese)
  • avere la cittadinanza svizzera o il permesso C o avere una solida rete sociale in Svizzera che permetta di realizzare le attività di sensibilizzazione in Svizzera
  • disponibilità a impegnarsi per almeno 3 anni all’estero con una retribuzione adeguata al costo di vita del paese ospitante
  • interesse per le problematiche inerenti alla cooperazione internazionale e volontà di contribuire al dialogo sud-nord, svolgendo attività di sensibilizzazione nella Svizzera Italiana

Quali altre condizioni sono importanti per partire come cooperante COMUNDO?

  • flessibilità, creatività, capacità di improvvisazione e di mettersi in gioco
  • buona salute fisica e psichica
  • conoscenze base in gestione di progetti, rafforzamento istituzionale e formazione di adulti sono un valore aggiunto 
  • rispetto per altre culture, valori e religioni
  • per le coppie: convivere da almeno 2 anni
 

Come avviene la selezione dei cooperanti?

La procedura di candidatura e di selezione nella Svizzera italiana consiste nei seguenti passi:
  1. 1° colloquio informativo con la responsabile della selezione Corinne Sala, e-mail
  2. Partecipare ad almeno un fine settimana di formazione/selezione (CHF 60.-) e/o altre attività dell’associazione
  3. Presentare la candidatura completa: http://assets.comundo.org/downloads/formulario_di_candidatura.pdf
  4. 2° colloquio decisivo con la responsabile della selezione ed eventuale definizione della collaborazione
  5. Assegnazione del progetto al cooperante tramite colloqui con il responsabile del programma paese, il coordinatore del paese e un rappresentante dell’organizzazione locale tramite skype. Se tutte e tre le parti sono d’accordo segue la firma del contratto.

Quali profili professionali sono richiesti?

In generale riceviamo richieste di profili nei seguenti campi professionali:
  • Scienze sociali e umanistiche
  • Economia, marketing e comunicazione
  • Educazione e formazione professionale
  • Salute
  • Ecologia, agronomia, economia forestale
  • Scienze ambientali

E' possibile inoltrare anche candidature spontanee?

In linea di principio sono benvenute anche le candidature spontanee, che si possono fare contattando la responsabile della selezione dell’ufficio di Bellinzona per fissare un colloquio informativo o inviando il formulario di candidatura che si può scaricare dalla nostra pagina web.

Dove mi posso candidare?

COMUNDO ha una sede in ogni regione linguistica della Svizzera (Bellinzona, Lucerna e Friburgo). Le procedure di candidatura cambiano leggermente tra ogni regione. Consulta la pagina web nella lingua della tua regione di origine e contatta tale ufficio tramite mail o telefono.

Quali competenze linguistiche sono richieste prima della partenza?

Come cooperante delle buone conoscenze  della lingua del paese in cui si andrà a lavorare (spagnolo o inglese) sono indispensabili per poter realizzare un interscambio proficuo e duraturo (minimo livello B2 - vedere quadro europeo).

Bisogna appartenere a una confessione / religione per partire come cooperante?

No. COMUNDO assume collaboratori di diverse confessioni. La condizione basica per partire è il rispetto e l’apertura nei confronti di persone con credenze, pratiche e spiritualità diverse.

Quanto tempo passa tra la candidatura e la partenza come cooperante?

In media tra gli 8 e 12 mesi, tendenzialmente circa un anno.

Possono partire anche coppie o famiglie con figli?

Si. Più della metà dei nostri cooperanti sono famiglie con figli (in generale in età prescolastica).


2. Domande riguardo alla preparazione a un interscambio

Quanto dura e in cosa consiste la preparazione alla partenza?

La preparazione nella Svizzera italiana consiste in 3 fine settimana di formazione (6gg), 3 moduli del CAS in cooperazione e sviluppo organizzato da SUPSI e FOSIT (7 gg in generale di venerdì e sabato), eventuali singole giornate e una settimana completa di formazione a Lucerna (5 gg; lingue definite in base ai partecipanti) distribuite sull’arco dell’anno. Durante questi momenti di formazioni si toccano vari temi legati alla cooperazione internazionale e all’esperienza di cooperante. Per questo bisogna considerare un minimo di 8 mesi.

Sono previste formazioni individuali?

Oltre alla formazione obbligatoria per tutti menzionata nel punto precedente, in alcuni casi può essere opportuno frequentare un corso / una formazione in più su un tema specifico legato al progetto in cui si andrà a lavorare. Questi corsi specifici sono coperti da COMUNDO fino a un massimo di CHF 1‘500.- per persona adulta.

Quando e con chi si firma il contratto di lavoro?

Il contratto di lavoro viene firmato tra il datore di lavoro (COMUNDO) e il cooperante e firmato alcuni mesi prima della partenza. Il contratto viene preparato dal responsabile di programma.

Quali contratti di lavoro ci sono per le coppie?

Per coppie in cui entrambi lavorano in un progetto come cooperanti di COMUNDO la percentuale minima di lavoro totale deve essere di 150%. In questo caso ognuno firma un contratto individuale.
Se invece uno dei due partner parte come accompagnatore (senza progetto suo) si firma un unico contratto di coppia che sarà firmato da entrambi.


3. Domande riguardo all'interscambio di cooperazione internazionale

Come avviene l'introduzione del cooperante al paese e al progetto?

Prima di partire è di fondamentale importanza informarsi sul paese in cui si andrà (storia, geografia, cultura, stato, economia, sviluppo, cultura, religione, ecc.). Una volta arrivati in loco il coordinatore introdurrà il cooperante alle specificità del paese (informazioni pratiche utili per la quotidianità, sicurezza, questioni amministrative, ecc.) e del progetto (informazioni generali e accompagnamento al primo incontro con l’organizzazione partner). In caso in cui l’organizzazione partner non mettesse a disposizione un alloggio, la coordinazione o la stessa organizzazione partner sosteranno il cooperante nella ricerca di un alloggio tramite dei consigli pratici e/o contatti.

Come avviene l’accompagnamento dei cooperanti durante l’interscambio?

Per garantire la qualità della collaborazione dei cooperanti in progetti gestiti dai partner locali, COMUNDO gestisce una coordinazione in ogni paese. Quest’ultima rappresenta COMUNDO nel paese e cura le relazioni con i partner locali. La coordinazione è l’istanza di riferimento diretta dei cooperanti ed è responsabile della loro gestione.

Quanto dura un contratto come cooperante?

La durata minima di un interscambio è di 3 anni. Un contratto può essere prolungato fino a un massimo di 9 anni.

Quali attività di sensibilizzazione vengono richieste al cooperante?

Per promuovere la visione di COMUNDO „Insieme per maggiore giustizia sociale“ è indispensabile che anche i cooperanti realizzino attività di sensibilizzazione sulle tematiche sud-nord attraverso l’invio regolare di un bollettino al proprio gruppo di sostegno. In alcune occasioni si viene contattati per interviste radiofoniche o per articoli su giornali e/o riviste.

Cosa è un gruppo di sostegno?

Il gruppo di sostegno (GdS) è formato da persone vicine al cooperante (parenti, amici, colleghi di lavoro, vicini di casa, conoscenti, ecc.) interessati a seguire e sostenere l’esperienza del cooperante da lontano. COMUNDO chiede a ogni cooperante di creare un gruppo di sostegno composto da almeno 50 persone, che ricevono informazioni di prima mano sul progetto tramite i bollettini, il blog, ecc. del cooperante e possono a loro volta diffondere tali informazioni ad altre persone o sostenere finanziariamente il cooperante contribuendo in questo modo anche loro alla promozione di maggiore giustizia sociale.

Cosa è un viaggio di metà contratto?

Per rafforzare il lavoro di sensibilizzazione in Svizzera, ogni cooperante a metà contratto ha la possibilità di fare un viaggio di un massimo di 4 settimane in Svizzera. Tale viaggio non è obbligatorio, ma auspicabile. Durante questo viaggio devono essere organizzare almeno un’attività con il proprio gruppo di sostegno e 2 – 3 attività pubbliche.

Cosa è un bollettino?

Parte integrante del lavoro di un cooperante è la redazione di un bollettino, indirizzato principalmente al proprio Gruppo di Sostegno, in cui informa sul proprio progetto e la propria esperienza quotidiana di cooperante. Si tratta di un'opportunità di riassumere e presentare per iscritto e con immagini (4-10 pagine) il proprio lavoro e la vita in loco. Ogni cooperante deve scriverne almeno tre per anno, che vengono pubblicati sulla nostra pagina web e condivisi con la nostra rete di contatti. Esempio di bollettino

Quali attività di raccolta fondi vengono richieste al cooperante?

Per principio i cooperanti non hanno il compito di fare raccolta fondi, ma di sostenere attivamente - tramite i propri bollettini, blog o l’invio di altre informazioni - i responsabili raccolta fondi di COMUNDO. Ogni cooperante deve essere cosciente che il progetto in cui lavora viene presentato dal team di raccolta fondi a possibili donatori con l’obiettivo di raccogliere il necessario per coprire i costi del suo interscambio.

Come garantiamo la qualità e la sostenibilità dei nostri interscambi e del nostro lavoro?

Il monitoraggio e la valutazione del nostro lavoro sono parte integrante del nostro sistema di controllo di qualità e sostenibilità dei nostri progetti. Ciò avviene a vari livelli: programma Sud, programma Nord, programmi paese e i singoli interscambi. Per ogni livello abbiamo strumenti specifici di monitoraggio/valutazione e redigiamo annualmente un rapporto. A livello del programma complessivo di COMUNDO dobbiamo rendere conto annualmente del nostro lavoro, dei risultati raggiunti e dell’uso corretto dei mezzi finanziari alla Direzione Sviluppo e Cooperazione (DSC) di Berna. In alcune occasioni veniamo sottoposti anche a delle valutazioni esterne indipendenti.
Nei nostri paesi d’intervento il controllo qualità e sostenibilità è responsabilità della coordinazione in stretta collaborazione con i cooperanti e le organizzazioni partner. I cooperanti sono tenuti a seguire le indicazioni della coordinazione.

Cosa succede in caso di interruzione anticipata dell’interscambio?

Una risoluzione anticipata del contratto può avvenire per mutuo consenso. Tuttavia COMUNDO si riserva il diritto di chiedere un eventuale rimborso dei costi sostenuti per la preparazione e il viaggio.

Quali sono le condizioni di lavoro (orario e vacanze) del cooperante?

In generale i cooperanti lavorano al 100%. Gli orari di lavoro si concordano con l’organizzazione partner secondo le loro abitudini e necessità.
Fino ai 55 anni ogni cooperante ha diritto a 5 settimane di vacanza, dai 55 in avanti a 6.

Posso tenere il mio conto bancario in Svizzera?

A causa di nuove disposizioni legali e normative come lo scambio automatico delle informazioni tra banche, per i cooperanti che devono togliere il domicilio dalle Svizzera diventa sempre più difficile e oneroso mantenere aperto un conto bancario in Svizzera. E’ dunque importante prendere contatto con largo anticipo con la propria banca, spiegare la situazione specifica e informarsi bene delle condizioni/costi della banca. Spesso sono ammesse eccezioni individuali. Un’altra possibilità è quella di mantenere il conto bancario con un indirizzo fittizio in Svizzera o intestarlo temporaneamente a una persona di fiducia. A livello politico si sta facendo pressione a Postfinance, in quanto considerato servizio pubblico, per permettere a tutti i cittadini svizzeri - indipendentemente dal domicilio - di avere un conto corrente. Bisogna però tener conto che i costi di gestione sono maggiori per chi non risiede in Svizzera.

E’ consigliabile aprire un conto bancario nel paese in cui si lavora come cooperante?

In alcuni paesi è possibile e consigliabile aprire un conto bancario locale in valuta locale o internazionale per gestire più facilmente i pagamenti. Questo conto non sostituisce però il conto in Svizzera su quale viene versata l’indennità di vita, ma dovrebbe essere una soluzione pratica per gestire più facilmente i pagamenti in loco. Maggiori informazioni si possono avere contattando cooperanti già attivi nel paese.

Come gestisce COMUNDO la sicurezza dei propri cooperanti in loco?

COMUNDO ha una strategia di sicurezza per cooperanti all’estero, che viene spiegata nella fase di preparazione prima della partenza. Tale strategia include linee guida generali e piani di azione in caso di situazioni difficili (decesso, minacce, violenza sessuale). In loco ogni cooperante viene introdotto alla strategia di sicurezza locale dalla coordinazione ricevendo indicazioni precise su possibili rischi e comportamenti da adottare.


4. Domande riguardo le prestazioni finanziarie 

Quali prestazioni finanziarie sono garantite da COMUNDO durante la fase di preparazione?

  • Copertura e/o rimborso dei corsi di formazione
  • Volo di andata e ritorno e eventuali altri costi legati al viaggio
  • Costi per visto
  • Costi per visita medica e vaccinazioni obbligatorie per un max. di CHF 500.- per persona
  • Contributo farmacia di viaggio di CHF 100.- per persona adulta
  • Costi per corsi di preparazione specifici per un max. di CHF 1‘500.- per persona adulta

Quali prestazioni finanziarie sono garantite da COMUNDO durante l’interscambio?

COMUNDO garantisce durante tutta la durata del contratto le seguenti prestazioni. Dove non specificato diversamente, si tratta di importi medi per persona per anno o mese.
  • Indennità di vita
  • Un contributo iniziale d’installazione
  • Assicurazione di cassa malati e infortuni obbligatoria
  • Assicurazione di responsabilità civile
  • Assicurazioni sociali: AVS, AI, IPG, AD
  • Cassa pensione (secondo pilastro)
  • Tassa socio REGA
  • Fondo di risparmio per il reinserimento al rientro: CHF 500.- al mese per persona adulta e  CHF 100.- per bambino
  • Costi di formazione continua legati all’attività di progetto: max. CHF 480.- per anno
  • Assegni familiari adattati al costo di vita del paese fino ai 16 anni compiuti : CHF 67.00 per figlio
  • Costi scuola dei figli in loco: CHF 1‘500.- per asilo nido / scuola dell’infanzia, CHF 2‘000.- per scuole elementari e CHF 3‘000.-  per scuole medie per figlio e anno scolastico
  • Contributo Notebook: CHF 250.- per anno

A quanto ammonta e come viene calcolata l’indennità di vita?

L’indennità di vita mensile è calcolata in base al costo di vita del paese e permette di condurre una vita degna senza creare troppe differenze con la popolazione locale. L’indennità viene calcolata e, se necessario, adeguata ogni anno. In media si aggira attorno ai CHF 1'000.-, inclusi costi di affitto.
Per il partner del(la) cooperante che vive nella stessa economia domestica, l’indennità di vita viene aumentata del 60%, per un bambino da 0-6 anni del 20%, per un bambino da 7-18 anni del 40%.

Come coprire le spese per l’acquisto di un veicolo o per trasferte legate alle attività di progetto?

COMUNDO non da contributi per l’acquisto di un veicolo; sia la decisione di acquistarne uno che il finanziamento di tale acquisto è responsabilità del cooperante.
Le spese di trasferta legate alle attività di progetto sono a carico dell’organizzazione locale, che a volte, se richiesto dal tipo di attività che realizza, mette a disposizione del cooperante anche un veicolo.

Come sono assicurato per malattia e infortunio?

L’assicurazione malattia obbligatoria che include infortunio, ospedalizzazione in camera semi privata in tutta la Svizzera, libera scelta del medico, copertura mondiale, Hotline di 24 ore per qualsiasi domanda riguardante la salute, viene gestita e finanziata da COMUNDO.

A cosa devo prestare attenzione in caso di infortunio o malattia prolungata?

Tutti i nostri cooperanti sono assicurati per malattia, infortunio e responsabilità civile. In caso di infortunio e malattia prolungata valgono le prestazioni definite dall’assicurazione.

Quali assicurazioni sociali vengono coperte da COMUNDO?

COMUNDO paga i contributi AVS/AI/AD/IPG in base a un salario minimo assicurato secondo le indicazioni della DSC.

Quali contributi vengono versati alla cassa pensione (2° pilastro)?

Tutti i cooperanti sono assicurati sia per il rischio che la vecchiaia presso la nostra cassa pensione secondo la legge Svizzera. Visto che il salario AVS assicurato dei nostri cooperanti è basso rispetto a un salario svizzero, anche i contributi alla cassa pensione sono minori. Con l’avanzare dell’età aumenta la differenza nel capitale risparmiato.


5. Domande riguardo al rientro

Che tipo di sostegno è garantito al momento del rientro?


Al rientro i cooperanti sono cambiati e trovano spesso anche una Svizzera diversa. Il reinserimento rappresenta dunque una nuova sfida. COMUNDO offre sostegno in forma di:
  • Colloqui finali nel paese e con le persone responsabili in Svizzera
  • Corso di rientro di tre giorni
  • Possibilità di continuare a sostenere il nostro lavoro di sensibilizzazione tramite serate informative, articoli, interviste radio, ecc.
  • Possibilità di continuare ad animare il lavoro del proprio gruppo di sostegno
  • Possibilità di condividere le proprie esperienze con futuri cooperanti
  • Possibilità di restare attivi in seno all’associazione

Quali sono le possibilità per un ex cooperante di trovare un lavoro nell’ambito della cooperazione allo sviluppo?

Visto che le opportunità di lavoro in ambito della cooperazione allo sviluppo in Svizzera e soprattutto in Ticino sono limitate, è difficile dire quali possibilità si hanno al momento del rientro. L’esperienza mostra che per molti ex cooperanti è molto più facile trovare un lavoro in ambiti vicini come quello dei rifugiati, delle organizzazioni umanitarie o per i diritti umani o nei servizi sociali.

Cosa ci guadagno personalmente da un interscambio come cooperante?

Un interscambio nella cooperazione internazionale con COMUNDO oltre a rappresentare un’esperienza di vita unica e significativa, è anche un’opportunità per allargare le proprie competenze personali e professionali. Oltre a ciò, dopo tre anni, si parla fluidamente spagnolo o inglese, competenze linguistiche che posso aprire nuove prospettive professionali.